Arriva la terza edizione di Mugello Comics!

Arriva la terza edizione di Mugello Comics!

Torna l’evento mugellano dedicato all’arte del fumetto ed i suoi autori, giochi di ruolo e di ogni tipo, mostra mercato, mostre di artisti vari. Tra gli ospiti in programma Sergio Staino, Silver, Frank Espinosa e molti altri

Il 13 e 14 Ottobre Barberino di Mugello torna ad ospitare la terza edizione di Mugello Comics, il primo Festival del Fumetto e del Gioco di tutto il Mugello. Illustrazione, animazione, bodypainting, cosplayers, giochi di ruolo e da tavolo: tutto ciò che unisce arte e immaginazione avrà il suo spazio per due giorni nel centro storico di Barberino di Mugello. L’edizione 2018 segna un netto salto di qualità per la manifestazione che si appresta ad ospitare grandi nomi del fumetto sia nazionali che internazionali. Ci sarà Sergio Staino insieme al suo Bobo, con ben due mostre allestite a Teatro Corsini: “Cavoli a merenda” e “Giotto a Firenze”; direttamente dalla Fattoria McKenzie arriveranno Lupo Alberto, la gallina Marta, Enrico e Cesira, accompagnati dal papà Silver che, insieme a Staino, sarà protagonista di una bella chiacchierata sul mondo del fumetto (Staino e Silver: ironia, inchiostro e passione, 13 ottobre ore 15.30, Teatro Corsini, ingresso libero).

Nella cornice del festival, dentro Palazzo Pretorio, verrà lanciata anche la seconda edizione di “SBANG!”, il progetto promosso dall’Unione dei Comuni del Mugello finalizzato alla promozione del fumetto all’interno delle Biblioteche dello SDIMM, il sistema documentario del Mugello e della Montagna Fiorentina (13 ottobre, ore 10.30, insieme a tutti gli artisti ospiti).

Grazie alla collaborazione con Nemo Academy of Digital Arts di Firenze, sarà presente inoltre al festival anche Sandro Cleuzo, character designer e animatore Disney e DreamWorks, con una mostra che farà una panoramica sulla sua carriera e un concorso dedicato ai più piccoli, che mette in palio – oltre a pennarelli e l’Activity Book dell’artista per i primi cento iscritti – un’opera originale di Cleuzo. Il sabato pomeriggio, fresco d’uscita, verrà presentato il nuovo libro di Stefano Casini, “Gli anni migliori”, edito da Tunué (13 ottobre, ore 17.00, Teatro Corsini); sempre di Casini sarà inoltre visibile la mostra “Star Wars Tribute” nella sala di Palazzo Pretorio, già da martedì 9 ottobre.

L’intero paese sarà una mostra a cielo aperto con artisti all’opera (anche sulle vetrine dei negozi!), animazione per bambini e la classica mostra-mercato con prodotti a tema. Mugello Comics vuole però essere soprattutto un’occasione per avvicinarsi davvero agli autori, in una realtà molto più rilassata e a misura d’uomo rispetto alle altre grandi fiere del fumetto. Quest’anno, addirittura, sarà possibile cenare con tutti gli artisti! Sabato sera, presso il Circolo Arci “Bruno Baldini” ci sarà una “Thortellata” con tutti gli ospiti del festival all’insegna dei prodotti tipici del territorio (cena in collaborazione con Il Granaio dei Medici, Birrificio Corzano e Liberamente. Per prenotazioni e info 055 841219).

La domenica mattina poi si riparte con un workshop imperdibile: il grande illustratore Frank Espinosa, in collaborazione con la Scuola Internazionale di Comics di Firenze, parlerà del potere narrativo del colore (Raccontare col colore, 14 ottobre ore 10.30, Teatro Corsini, attività a pagamento e su prenotazione); nel pomeriggio invece verrà proiettato il documentario “Animeland – racconti tra anime, manga e cosplay”, alla presenza del regista Francesco Chiatante, che ha raccolto le testimonianze di attori, cantanti, autori e disegnatori sul mondo dei cartoni animati giapponesi e non solo (domenica 14 ottobre ore 17.00, Teatro Corsini, ingresso libero). Poi ancora concerti, gara di Cosplay (domenica pomeriggio), fumetti e libri illustrati per grandi e piccoli. Il Mugello Comics sarà inaugurato insieme ad un murale da record, di oltre 80 metri quadri, che andrà a colorare la parete posteriore del Teatro Corsini. Un’opera originale, omaggio alla forza e al valore della fantasia realizzata da Mattia Sarti, Enrico Bagnoli e Giulio Zeloni.

 

“Sarà un fine settimana all’insegna della fantasia e dell’arte – ha commentato l’assessore alla cultura del Comune di Barberino Fulvio Giovannelli – Mugello Comics rappresenta un’importante occasione di incontro e siamo quindi orgogliosi di poter ospitare nel nostro paese i grandi nomi del fumetto che potranno confrontarsi con gli amanti del settore, soprattutto i più giovani. Ringrazio quindi gli organizzatori anche per il bellissimo murale che sta sorgendo sul retro del Teatro Corsini, un’opera davvero significativa in uno dei luoghi d’eccellenza della nostra cultura. Spero che sia solo la prima di altre collaborazioni e per questo ci impegneremo a trovare anche altri luoghi dedicati a queste espressioni artistiche”.

 

Mugello Comics è un evento realizzato dalla Bottega delle Arti Varie, in collaborazione con il Comune di Barberino di Mugello, la Pro Loco per Barberino, la Città Metropolitana di Firenze e l’Unione dei Comuni del Mugello.

Per informazioni e dettagli sul programma consultare la pagina Facebook oppure scrivere un’email a infomugellocomics@gmail.com

Torna d’Estate al Castello! Dal 29 Luglio Musica Teatro ed eventi al Castello di Barberino

Anche per questa stagione estiva, le atmosfere da fiaba del Castello di Barberino di Mugello faranno da cornice alla seconda edizione della Rassegna D’Estate al Castello, iniziativa  promossa dalla Pro Loco e il Comune di Barberino di Mugello con la direzione artistica di Catalyst che ha disegnato un programma raffinato, tra canzone d’autore, poesia, mito, teatro e spettacoli per famiglie: una proposta originale, tagliata a misura dello spazio che la accoglie.

Il primo appuntamento è fissato per domenica 29 luglio con la cantautrice fiorentina Letizia Fuochi protagonista dello spettacolo al tramonto “Incanto intorno al fuoco”, un suggestivo gioco temporale tra cantar poetico e canzone d’autore che mescola le sue composizioni alle celebri ballate di George Brassens, Fabrizio de André, Franco Battiato, suggerendo sonetti, liriche e rime di scuola provenzale, siciliana, stilnovista e realistico giocosa, in un incalzante scambio e sovrapposizione; ad accompagnarla il maestro Frank, Francesco, Cusumano.

Ancora canzone d’autore ma stavolta filtrata attraverso la lente del vino, sabato 11 agosto alle 21, con Giulio Casale protagonista di un inedito viaggio tra vino e musica, con “Vino, canzoni, illuminazioni”, uno spettacolo che alterna a canzoni senza tempo, un’indagine che parte dall’elemento poetico del vino e della sua storia e finisce per indagare i suoi riverberi su canto e scrittura. Sullo sfondo le note dei poeti maledetti, Piero Ciampi e diversi cantautori italiani che hanno fatto del vino un compagno di viaggio, anche in scena (Francesco Guccini, Francesco De Gregori, Fabrizio De André). Uno spettacolo inedito, tutto da gustare.

Domenica 26 agosto un doppio appuntamento teatrale dedicato all’Amore, tema che fa da sfondo all’intera rassegna, con Marco Paoli alle 18.30 in “Per un’ora d’Amore”, spettacolo comico di Teatro Canzone che spazia da Prevert a Stefano Benni,  passando da Gabriella Ferri a Gaber, mentre alle 21, Daria Paoletta, eccezionale contastorie già nota al pubblico di Barberino, racconta il Mito senza tempo di “Amore e Psiche”, storia di un amore travagliato e ostacolato dalla diversità dei due amati: Amore è un Dio mentre Psiche è una mortale, ma bella come una Dea. Una saga di personaggi che dividono l’Olimpo dalla Terra, le divinità dai mortali, per scoprire che non c’è poi tanta differenza, gli uni assomigliano agli altri.

Domenica 9 settembre appuntamento dedicato alle famiglie con lo spettacolo “arrampicato” “E io non scenderò più” ispirato a Il Barone Rampante di Italo Calvino, un percorso tra la terra e il cielo, tra l’infanzia e l’adolescenza, tra la realtà e la finzione in cui scoprire le avventure di Cosimo Piovasco di Rondò, con il naso all’insù.  A seguire alle 21 Federico Pecci e Nicola Pecci, saranno dal vivo I Mal Viventi, un duo chitarra e voce che propone un repertorio classico che spazia dal cantautorato italiano alle cover di brani internazionali tra i più conosciuti.

Oltre agli spettacoli, appuntamenti fissi della Rassegna saranno le Visite guidate a cura dell’Amministrazione Comunale di Barberino di Mugello, e gli Aperitivi in Musica dello Spritz Bar che vedranno ospiti anche I Camillocromo in un’originalissima versione Dixie.

A chiudere la Rassegna, domenica 23 settembre alle 21.15, sarà il Concerto dei Professori dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, nell’ambito del Progetto Maggio Metropolitano.

 

La Musica del Campanile di Giotto. La presentazione dello studio inedito.

Per una volta parlare di campanili in Mugello non darà motivo di discussione. Anzi, si son trovate tutte d’accordo le Pro Loco del Mugello nel sostenere uno studio che porta in luce nuove scoperte su di un campanile molto famoso, il campanile di Giotto. E lo hanno fatto proprio nell’anno in cui il Mugello festeggia i 750 anni dalla nascita dell’illustre pittore originario della nostra terra.
Uno studio, una scoperta, un libro. Un’opportunità per l’Unione delle Pro Loco del Mugello
L’autrice, Lorna Bianchi conosce l’Opera del Duomo di Firenze come casa sua. E’ qui che da anni opera come guida turistica, è qui che da libero sfogo alla sua grande passione per l’arte, la filosofia, la musica. Ed è qui che porta avanti i suoi studi alcuni confluiti in pubblicazioni di successo.
L’ultimo suo studio l’ha portata a scoprire un particolare del campanile di Giotto che ha dell’eccezionale. Ed assume un valore ancora più significativo in questo anno di celebrazioni giottesche.
Dall’osservazione e dal confronto con studi e studiosi d’arte Lorna arriva a scoprire un Giotto “musicale”, Giotto che, in una delle sue ultime opere, avrebbe seguito un’ispirazione musicale. Il canone gregoriano che si ritrova nelle decorazioni di una parte del campanile.
Un Giotto inedito, interessante e affascinante. Una scoperta originale che si inserisce in tutta quella serie di studi, scoperte, ipotesi e relazioni sul grande pittore mugellano che tra i pittori del passato è quello di cui universalmente si seguono ancora con attenzione vita e opere. Tuttavia nonostante le ricerche di generazioni di studiosi e la vastissima letteratura che lo riguarda, questo gigante della storia dell’arte europea è tutt’oggi fonte inesauribile di studi e approfondimenti critici, non ultime le sue origini.
Vicchio o Firenze? Probabilmente non lo sapremo mai. Di sicuro il Mugello e Firenze hanno notevolmente influenzato l’opera del pittore.
“Si tratta di una pubblicazione di notevole pregio – sottolinea Sandro Corona Coordinatore dell’Unione delle Pro Loco del Mugello – che molto volentieri abbiamo deciso di sostenere con il nostro contributo. Il libro di Lorna Bianchi rappresenta in un certo senso il contributo delle terre mugellane, rappresentate dagli enti che le promuovono, le Pro Loco appunto, nel tendere una mano alle terre fiorentine nel nome di un artista che ha rivoluzionato la pittura ed ha comunque fatto grande il nome della fiorentinità e toscanità nel mondo.”
Una pubblicazione di livello che verrà presentata in Mugello in due date: sabato 2 dicembre alle ore 18 in Palazzo dei Vicari a Scarperia(seguirà aperitivo offerto dalla Pro Loco di Scarperia) e domenica 10 Dicembre alle ore 17.00 nella bella cornice della Casa di Giotto a Vicchio.
Scrive Franco Cardini, storico e profondo conoscitore dell’epoca medievale, nell’introduzione del libro: “Molti, che senza conoscere questo libro pensavano che sotto il “campanil di Giotto” bastasse farsi qualche selfie, dopo la lettura di esso avranno l’impressione che quel vecchio parallelepipedo di marmo sia cambiato. E non sarà vero. Il fatto è che saranno cambiati loro.”

Un’estate di eventi al Castello di Barberino

Estate al castello 2L’iniziativa “D’Estate al Castello”, realizzata grazie al contributo del Comune di Barberino e della Città Metropolitana di Firenze, è promossa dalla Pro Loco per Barberino, con la consulenza artistica di Catalyst e la collaborazione della proprietà del Castello. In tutto saranno una decina di eventi, in cinque giornate, tra concerti, spettacoli teatrali, apericene, visite guidate animate ed eventi per bambini.

Si inizierà già sabato 29 luglio, data di apertura e presentazione della rassegna al pubblico. Il Castello aprirà alle 16.30 e la Pro Loco proporrà una speciale mostra fotografica che racconta “Barberino e la festa”, una selezione di immagini di feste tradizionali, politiche ed eventi sportivi che hanno animato il paese nella sua storia recente e non. In questa occasione la Pro Loco barberinese celebra infatti i suoi venti anni di attività e la serata del 29 sarà un’occasione per festeggiare l’anniversario con tutta la cittadinanza, anche con la partecipazione delle Pro Loco dei comuni vicini. Prevista una visita guidata nel Castello e la presenza di open bar e Dj set attivi nel grande parco.

Si tornerà a salire al Castello domenica 6 agosto, con una doppia proposta di eventi. Protagonista la musica dal vivo degli “Elegant Trio” e alle 21 i “Classici al Castello” con lo spettacolo teatrale di Enrico Messina, “Orlando, furiosamente rotolando”, uno spettacolo di narrazione avvincente rappresentato con successo in centinaia di occasioni in Italia e all’estero, che ben si adatta alle suggestioni del luogo.

Venerdì 25 agosto sarà la volta al Castello di un vero e proprio evento che regalerà grandi risate e musica: tornano infatti a Barberino i “Camillocromo” con “Musica per Ciarlatani, Ballerine & Tabarin”, un concerto-spettacolo, con un’orchestra di cinque musicisti in smoking, che continua ad essere rappresentato in tanti teatri e piazza italiane.

Due appuntamenti infine anche a settembre. In particolare la domenica 17 settembre sarà una giornata interamente dedicata a bambini e famiglie: dalle 16.30 il giardino sarà palcoscenico per lo spettacolo “Le Scacciapaure”, allestito da Catalyst per la regia di Riccardo Rombi. A seguire, ecco ancora la “Musica al Castello”, con l’Orchestra Sinfonica Giovanile Cupiditas, formata da giovanissimi musicisti, dai 14 ai 25 anni, della Scuola di Musica di Fiesole e del Conservatorio Cherubini di Firenze.

Ultimo evento dell’Estate barberinese al Castello sarà un convegno dedicato alle dimore storiche del Mugello, un patrimonio rilevante che è necessario valorizzare ancora di più, ai fini turistici e culturali. Del resto “D’Estate al Castello” ha proprio questa finalità: offrire a residenti e turisti eventi di qualità, in un ambiente di grande valore storico e architettonico, solo di recente reso nuovamente fruibile al pubblico.