Barberino si “veste” di colori con la quinta edizione di “Un filo di…”

Un filo di 2017

Torna, dopo lo straordinario successo delle prime quattro edizioni, per l’intera giornata di domenica 18 giugno, “Un filo di…” l’atteso evento di Urban Knitting.

L’evento, organizzato dal Comune di Barberino, dalla Proloco per barberino, dalla sezione soci Coop e promosso anche dall’associazione commercianti Vivi Barberino, vedrà al centro dell’intera giornata il mondo del lavoro a maglia, a uncinetto, del ricamo e dell’intreccio.

L’intero Centro Storico del paese mugellano sarà invaso dai lavori di tanti appassionati che faranno dunque da scenografia alla manifestazione. Installazioni in maglia, oltre che in piazza Cavour, verranno effettuate anche lungo tutto il Corso pedonale Bartolomeo Corsini fino alla Chiesa di San Silvestro.

“Un filo di…” 2017 avrà il suo prologo nella giornata di Sabato 17 con l’inaugurazione di diverse mostre proprio a Barberino. Intorno alle 16 verranno dunque inaugurate:

La mostra di tessitura e xilografia “Per filo e per segno” a cura di Gabriella Bottaru e Luigi Golin, nel salone di Palazzo Pretorio, con la presenza degli artisti;

L’opera dell’azienda Borgo Cashmere “L’albero dei fili” nell’atrio di Palazzo Pretorio;

La mostra di bottoni artistici di Gloria Tovo in piazza Cavour (per l’intera giornata);

La mostra di quilt americani, a cura dell’associazione QUILT/ITALIA, in corso B. Corsini (visitabile dalla mattina del 18/06/ al 25/06);

La mostra di fotografie “Le mani nel tempo” in piazza della Chiesa di S. Silvestro a cura della Confraternita di Misericordia (dalla mattina del 18/06 al 25/06).

A seguire, ci sarà il concerto di musica classica della scuola di musica comunale nel giardino di Palazzo Pretorio.

Il programma della giornata del 18 Giugno invece prende avvio alle 11, con la presentazione ufficiale del progetto AMORE nel giardino di Palazzo Pretorio, alla presenza dei rappresentanti dell’Amministrazione comunale, dei promotori di “UN FILO DI”,  dei partners organizzatori del progetto stesso e di rappresentanti della Camera di Commercio di Prato.

Poi, per tutto il giorno, Piazza Cavour ospiterà il mercatino delle tradizioni artigianali ed artistiche organizzato dall’Amministrazione comunale in collaborazione con CNA. Tutto il corso “B. Corsini, dalla piazza alla Chiesa di S. Silvestro accoglierà le esposizioni degli artigiani locali, oltre che alle bambole del cuore, nella sez. soci COOP.

E’ prevista inoltre animazione gratuita per bambini nella parte di piazza davanti alla Biblioteca comunale, a cura di Graphopack di Borgo S. Lorenzo.

Solo nel pomeriggio di domenica 18, invece: nella parte di piazza Cavour davanti alla Biblioteca comunale, ci saranno laboratori e corsi gratuiti per bambini di: tessitura e “spoglia” (pasta fatta a mano); in vari luoghi della festa ci saranno laboratori gratuiti per adulti di uncinetto tunisino, applichè celtico e chiacchierino.

Nel frattempo musica dal vivo rallegrerà  piazza  Cavour e il corso B. Corsini ed alle 17 circa  la filarmonica “G. Verdi” si esibirà in un concerto itinerante.

Chi vorrà aderire al progetto AMORE potrà trovare il filato presso i banchini ROSA in corso Corsini, dove si potranno trovare anche tutte le informazioni sul progetto stesso.

“La manifestazione “Un filo di…”, commenta il Vicesindaco di Barberino di Mugello Sara Di Maio, nasce come iniziativa dedicata al mondo del lavoro a maglia, a uncinetto, al ricamo e all’intreccio riprendendo le tradizioni del nostro territorio, dove il ricamo e la maglia in generale sono stati il simbolo di generazioni e si sono poi evolute sperimentando tecniche più moderne. Ed è così che attraverso l’urban knitting (arredo urbano con la maglia), vengono ricoperti monumenti, cartelli stradali, scalini, loggiati, ecc. per ridipingere angoli del paese con una forma di street art coloratissima e divertente anche se temporanea, che per un giorno trasformano Barberino in un luogo completamente diverso, un paese della fantasia. Dalla tradizione, dal lavoro artigianale si passa, quindi, a qualcosa di più, qualcosa che stimola l’immaginazione, che nasce, non solo dalla maestria e dalla professionalità di mani esperte, ma anche dalla creatività, qualcosa che vuol suscitare sensazioni e sentimenti.

Oggi, continua Di Maio, arrivati alla quinta edizione di “Un filo di…”, possiamo dire che questa manifestazione è diventata a tutti gli effetti un momento di cultura che abbraccia le usanze del nostro passato, l’artigianato di pregio e artistico e l’arte vera e propria”.

Barberino si “veste” di colori con la terza edizione di “Un filo di…”

Un modo allegro e colorato di salutare l’arrivo dell’estate a Barberino di Mugello. Torna infatti, dopo il successo delle prime due edizioni, per l’intera giornata di domenica 21 giugno, “Un filo di…” l’atteso evento di Urban Knitting.

L’evento, organizzato dal Comune di Barberino, dalla sezione soci Coop e dalla Pro Loco e promosso anche dall’associazione commercianti Vivi Barberino, vedrà al centro dell’intera giornata il mondo del lavoro a maglia, a uncinetto, del ricamo e dell’intreccio.

L’intero Centro Storico del paese mugellano sarà invaso dai lavori di tanti appassionati che faranno dunque da scenografia alla manifestazione. Installazioni in maglia, oltre che in piazza Cavour, verranno effettuate anche lungo tutto il Corso pedonale Bartolomeo Corsini fino alla Chiesa di San Silvestro .

La manifestazione si aprirà già la mattina con l’inaugurazione delle mostra di foto sul lavoro artigianale, che rimarrà aperta fino alla domenica successiva in Palazzo Pretorio e, nel giardino della Biblioteca, con l’opera di Franco Fredducci, patron dell’azienda Borgo Cashmere che supporta la manifestazione, dal titolo “Baobab: la forza primitiva delle maschere.” Sempre in mattinata si apriranno i mercatini degli hobbisti, “La Piazza dei Bambini” con gli addobbi realizzati dai più piccoli ed il corso di base gratuito sulla tecnica dei ferri accorciati, tenuto da Paolo Delle Piane, di Magliuomini, per il quale ci si può iscrivere dal 15 al 19 giugno presso la Biblioteca.

Nel corso del pomeriggio la Bottega delle Arti Varie propone animazione per bambini, mentre presso la nuova sede della sezione Soci Coop si terrà il corso base gratuito di uncinetto tunisino, tenuto da Chiara Chiavacci, di Gomitoli.com, che prevede la realizzazione di una stola estiva. Anche in questo caso iscrizioni in Biblioteca dal 15 al 19 giugno.

E poi ancora la banda che si sposterà attraverso i colori della festa ed altri punti musica che sono previsti nel centro storico.

 Alle 18 si svolgerà nell’atrio d’onore del municipio conferenza sul benessere psico-medico legato ai lavori a maglia, uncinetto e ricamo dal titolo “I ferri del benessere”, alla quale parteciperanno la Psicologa Emanuela Mencaglia, la dottoressa Eloisa Mingione e l’assessore alla cultura del Comune di Barberino, dott.Fulvio Giovannelli.

Le  tradizionali Bambole del Cuore,la cui vendita sostiene i progetti della fondazione onlus Il cuore si scioglie saranno esposte presso la nuova sede della sez. soci COOP in C.so B. Corsini. Le bambole sono pezzi unici realizzati da donne barberinesi

L’idea di “un filo di..” è nata tre anni orsono e parte dallo “knit-cafè” che mensilmente riunisce, in biblioteca, tante appassionate di maglia e uncinetto che hanno lavorato con entusiasmo e passione alla realizzazione del progetto , coinvolgendo anche molte altre persone del paese, non solo donne.

Ma “Un filo di…” avrà un suggestivo prologo già questo venerdì, 12 giugno: alle 17.30 con l’anteprima di Franco Fredducci sulla terrazza del “Chiesino”; alle 18 con il concerto della scuola comunale di Musica di Barberino prima che, alle 18.30, un brindisi augurale serva da invito per quanto si potrà ammirare e vivere il 21 giugno.