Torna il Mugello Comics! Il 13 e 14 Ottobre la terza edizione

Dopo l’anno sabbatico torna ad Ottobre 2018 il Mugello Comics! Stiamo lavorando ad un’edizione davvero spettacolare! A breve nuove info… Staytuned!

Arriva la Fiera di Settembre!

 

Il 22, 23 e 25 Settembre torna la tradizionale fiera di Settembre a Barberino! A breve il programma completo!

Una prima edizione di Flood oltre le aspettative

Un’alluvione di visitatori oltre che di musica, arte ed emozioni. Bilancio più che positivo per la prima edizione di Flood – Bilancino Festival che nel week end appena trascorso ha animato l’area dell’Andolaccio sul lago di Bilancino a Barberino di Mugello. Un’area che ha mostrato tutte quante le proprie potenzialità e che con questa manifestazione ha sancito di fatto l’obiettivo di Amministrazione Comunale e Proloco per Barberino di rendere maggiormente fruibile ed appetibile un patrimonio naturale come quello del lago.

Tanti davvero i punti positivi: oltre la buona affluenza nei tre giorni, da segnalare l’ottimo livello degli spettacoli offerti, con scalette tematiche per ogni giornata che sono riuscite a coinvolgere un pubblico estremamente variegato che è andato modificandosi con il passare delle ore e delle proposte. La giornata che ha festeggiato i dieci anni dello spritz, quella dedicata alla musica elettronica e quella di musica dal vivo si sono calate in maniera perfetta nel contesto dell’Andolaccio, divenuto meta di mugellani ma non solo. E poi la grande armonia nell’organizzazione anche tra associazioni diverse, per altro tutte “anagraficamente giovani” che fianco a fianco hanno lavorato per far si che tutto andasse nella maniera più corretta.

Grande attenzione è stata data anche alla sicurezza, malgrado la gratuità dell’evento, che ha visto un clima sempre positivo percepito chiaramente dai visitatori. Particolare apprezzamento ha avuto l’attenzione ai più piccoli, con giochi, laboratori ed una specifica area aperta tre giorni, presa di assalto insieme ai prati ed alle sponde vicine.

Davvero in tanti hanno scelto di passare le serate dello scorso weekend godendosi un aperitivo o la cena al fresco del lago, ascoltando musica o sbirciando tra gli artisti all’opera in un’area appositamente dedicata.  Flood, Bilancino Festival ha dunque concretizzato l’idea della Pro Loco per Barberino, supportata dal Comune di Barberino di Mugello, con la volontà di creare connessioni tra varie espressioni artistiche, dalla musica alla graphic art passando per la giocoleria e l’arte di strada.

Al termine di una prima edizione si devono ascoltare i commenti e i suggerimenti; si fa il punto per migliorare ulteriormente, si ricalibra il tutto in base all’esperienza appena vissuta. Ma in questo, è proprio il grande entusiasmo, visibilmente percepibile anche a distanza di qualche giorno tra le varie componenti, la migliore eredità che il Flood Festival si porterà nel 2019!

 “Flood è stata la dimostrazione delle potenzialità del lago di Bilancino, commenta il Vicesindaco del Comune di barberino Sara Di Maio. Un luogo perfetto per manifestazioni di intrattenimento, un ritrovo per le persone, un palcoscenico per la musica e l’arte. Un evento pensato per tutti, adatto a tutte le fasce di età. Un grande ringraziamento a chi ha avuto la l’idea e la forza di volontà di organizzare questi 3 giorni. Le cose nuove spesso appaiono complesse, ma crederci può portare a risultati oltre le aspettative, come in questo caso. Complimenti, quindi, alla Proloco, a Periscopio, a Liberamente e a tutti coloro che hanno reso possibile ‘quest’alluvione’ sulle sponde di Bilancino!”

“FLOOD l’abbiamo fortemente voluto, pensato… e realizzato – commenta il Presidente della Proloco per Barberino Alice Vomero. Questo festival è stato un coinvolgimento di associazioni determinate e caparbie, per un unico obiettivo; è stata preoccupazione, ansia, impegno e sacrificio; ma vederlo realizzato è oggi un’immensa soddisfazione! La collaborazione con le diverse associazioni e realtà presenti sul territorio, oltre che al fondamentale supporto dell’Amministrazione Comunale e forze dell’ordine hanno fatto sì che la manifestazione ottenesse un grande successo. Un ringraziamento particolare a tutti i volontari della Pro Loco, sempre pronti ad impegnarsi in nuove esperienze e a tutte le persone che hanno creduto fin da subito a questo nuovo evento. Arrivederci al prossimo anno!”

 

 

La magia di “Un filo di” torna a colorare il centro di Barberino di Mugello

Barberino di Mugello si prepara per tornare a colorarsi con la sesta edizione di “Un filo di…”, l’evento di Urban Knitting che grazie ad un eccezionale lavoro artistico e creativo cambierà per un giorno il volto al centro storico. Organizzato dal Comune di Barberino, dalla Proloco per Barberino, dall’associazione Sul Filo del Tempo, dalla sezione soci Coop e promosso dall’associazione commercianti Vivi Barberino, “Un Filo di” tornerà Domenica 17 Giugno mettendo in mostra per l’intera giornata il mondo del lavoro a maglia, a uncinetto, del ricamo e dell’intreccio.  Una vera e propria scenografia di fili colorati ed intrecciati a maglia colorerà Piazza Cavour ed il Corso pedonale Bartolomeo Corsini fino alla Chiesa di San Silvestro, riproponendo così una delle manifestazioni più originali dell’intero territorio mugellano che ha già raccolto grandi successi nelle cinque passate edizioni. Il tema di quest’anno sarà Pinocchio, con la favola di Collodi raccontata nei vari luoghi della festa tramite installazioni artistiche realizzate a mano, che riproporranno i capitoli del libro: la balena che mangia Pinocchio e Geppetto, il circo di Mangiafuoco, burattini di legno rivestiti di maglia, il paese dei balocchi, la fata turchina e tanti altri personaggi celebri del libro di Collodi. Un lavoro di alta professionalità artistica che ha impegnato decine di volontarie e volontari per quasi un anno intero e che ogni anno riesce a stupire sempre più.

“Un filo di…” 2018 avrà anche quest’anno un prologo nella giornata di Sabato 16 con l’inaugurazione di varie mostre. Si inizierà alle ore 16 con il taglio del nastro della mostra di ricamo “Fili senza tempo” a Palazzo Pretorio, curata dall’associazione “Sul filo del tempo”. Un’altra mostra, intitolata “Il filo della vita”, che raccoglie le opere pittoriche di Giovanna Michelagnoli, sarà invece inaugurata alle 18 in piazza della Chiesa di S.Silvestro. Il pomeriggio sarà inoltre animato dallo spettacolo itinerante dalla Scuola di musica comunale che  partirà dal giardino di palazzo Pretorio per poi sfilare lungo il Corso fino alla Piazza della Chiesa, unendo così i due luoghi delle Mostre.

La giornata di Domenica 17 Giugno inizierà invece fin dal mattino con le letture dal libro di Pinocchio alle ore 10, presso le suore in Piazza Cavour e con un laboratorio con la lana per i bambini. Nel pomeriggio animazioni per i più piccoli a partire dalle 16 presso il “Paese dei balocchi” in Largo Nilde Iotti ed ancora uno spettacolo di burattini in Piazza Cavour, la musica della Banda Comunale per le vie del paese e tante installazioni dislocate per le vie del centro. Tra queste anche “L’albero delle Maschere” realizzato per l’occasione dal “Borgo Cashmere” nel Giardino di Palazzo Pretorio. La giornata vedrà inoltre tante altre esposizioni e mostre, come quella fotografica di Paolo Menchetti “Barberino a 360°” presso la sezione Soci Coop di Barberino, quella dedicata alla Prima Guerra mondiale a cura della Confraternita di Misericordia e del Gruppo Alpini di barberino (inaugurazione alle 11) ed un’altra presso i giardini comunali di via della Repubblica e curata dalla Pubblica Assistenza M. Boutourlin su “Uno sguardo al Volontariato”. Piazza Cavour e Corso Corsini saranno vivacizzate inoltre fin dal mattino dai mercatini delle tradizioni artigianali ed artistiche, organizzati con la preziosa collaborazione di Cna, e   dell’hobbistica. Tutte le attività saranno gratuite. La giornata si concluderà infine con una sfilata di moda in Piazza Cavour alle 21.

 

“Un filo di… è il momento della creatività e dell’abilità, commenta il Vicesindaco di Barberino di Mugello Sara Di Maio, è quel giorno in cui ci si esce da casa e si trova un paese nuovo, la scenografia di una favola. Questa manifestazione è fatta del lavoro di tante persone, soprattutto quello di tante donne che non solo sanno ricamare, cucire, fare la maglia e l’uncinetto, ma soprattutto hanno meravigliose idee che riescono incredibilmente a concretizzare curandone i minimi dettagli. Il mio più grande ringraziamento va quindi a loro, e a tutti coloro che hanno contribuito, perchè questo evento è la celebrazione dell’arte, della fantasia e della tradizione artigianale del nostro territorio”.