Per il settimo anno a Barberino con dicembre torna ‘Natale in Corso’

Con dicNatale in corso 2017embre torna la magia del Natale a Barberino, con una serie di eventi che, anche quest’anno, per il settimo consecutivo, andranno a comporre il programma di “Natale in Corso”. Un avvicinamento al Natale fatto di luci, addobbi ma, soprattutto, di tante iniziative nei tre appuntamenti dell’8 dicembre e delle domeniche 10 e 17. Un dicembre tutto da vivere, dunque, quello che il Comitato Commercianti “ViviBarberino” e la Pro Loco per Barberino hanno preparato grazie anche alla collaborazione con Consulta dei Genitori di Barberino, Bottega delle Arti Varie e Comitato Cantamaggio ed all’importante collaborazione del Comune di Barberino di Mugello.

La costante dei tre appuntamenti previsti sarà Il Mercatino di Natale, che vivacizzerà in particolare Piazza Cavour e Corso Corsini, e che vedranno spettacoli a tema realizzati da artisti locali e non solo, che vivacizzeranno lo shopping nel centro storico barberinese, magari da effettuare con tutta la famiglia, vista la grande attenzione nelle proposte dei tre appuntamenti, riservato ai più piccoli. Tra queste animazioni varie con statue viventi, madonnari, artisti di strada.

Con “Natale in corso” tornerà anche la “Maxi Tombolata” con ricchissimi premi che avrà, con l’avvicinarsi al Natale, valore crescente.

Le iniziative delle festività natalizie a Barberino si chiuderanno, poi, con una assoluta novità: un capodanno in Piazza Cavour, all’insegna della musica e del divertimento, ad ingresso gratuito, modo ideale per brindare al nuovo anno.  La sera del 31 dicembre, saranno tanto le sorprese nell’iniziativa organizzata dal Comitato Commercianti “ViviBarberino”.

La Ragazza nella Nebbia

locandina (2)La sedicenne Anna Lou – brava ragazza dai lunghi capelli rossi appartenente ad una confraternita religiosa molto conservatrice – scompare dal paesino montano di Avechot. A interessarsi del caso è l’ispettore Vogel, che ha una reputazione professionale da salvare e una propensione a fare leva sui mass media. E dato che ad Avechot si sono appena trasferiti un professore di liceo con moglie e figlia, chi meglio di un estraneo alla comunità può candidarsi come principale sospettato?

Donato Carrisi esordisce alla regia con l’adattamento di uno dei suoi romanzi di maggiore successo, La ragazza nella nebbia, firmandone anche la sceneggiatura, e fa dire al professore che “la prima regola di un grande romanziere è copiare”.

Fedele al suo motto, procede ad attingere a piene mani da molto del cinema che l’ha preceduto e in particolare da alcuni autori di culto: da David Lynch (innumerevoli i riferimenti a Twin Peaks) a David Fincher (quello di L’amore bugiardo ma anche quello di Seven), passando per il Giuseppe Tornatore di Una pura formalità e Tomas Alfredson, cui lo accomuna la difficoltà di portare sul grande schermo un noir di successo.

L’uomo di neve e La ragazza nella nebbia infatti si assomigliano non solo per atmosfere e inquadrature nordiche, ma anche per l’affastellamento delle trame e sottotrame e l’eccessiva sottolineatura esplicativa della vicenda nelle sequenze finali.

TRATTATO DI ECONOMIA – Roberto Castello e Andrea Cosentino

TRATTATO DI ECONOMIA (2015)

coreocabaret confusionale sulla dimensione economica dell’esistenza

progetto, drammaturgia, regia ROBERTO CASTELLO e ANDREA COSENTINO

Teatro Corsini Venerdì 10 novembre  ore 21

interpreti ROBERTO CASTELLO, ANDREA COSENTINO

assistente ALESSANDRA MORETTI

direzione tecnica LUCA TELLESCHI

videopartecipazione straordinaria ATTILIO SCARPELLINI

realizzazione oggetti di scena PAOLO MORELLI

produzione ALDES – in collaborazione con Sardegna Teatro

con il sostegno di MIBACT/Direzione Generale Spettacolo dal vivo, REGIONE TOSCANA/Sistema Regionale dello Spettacolo

un ringraziamento a GIORGIO ANGELO LAZZARINI

Trattato di Economia è l’incontro fra due artisti diversi per generazione, ambito, formazione e percorso artistico, che per caso un giorno hanno scoperto di covare lo stesso desiderio: realizzare uno spettacolo sulla scienza che vuole liberare l’umanità dalla schiavitù del bisogno. Dopo oltre un anno di letture, incontri, dubbi, entusiasmi e crisi il progetto prende una forma nella quale economia, arte e morale si aggrovigliano con esiti paradossali.
Il risultato è un progetto performativo tra parola e gesto che si interroga sul denaro, sul suo valore, sulla sua invadente onnipresenza e sulla sua sostanziale mancanza di rapporto con la realtà.
Porsi ai margini del contratto per renderne palesi i paradossi inventando situazioni limite e domande inappropriate è il modo per riprendere possesso, almeno simbolicamente, di ciò che non si capisce e non si controlla annientandolo con una risata liberatoria.

L’Italia dei fratelli Rosselli, una storia di Giustizia e Libertà

fratelli_rosselli_webMostra documentaria-Inaugurazione il 16 novembre ore 21,00 c/o Palazzo Pretorio

La sezione A.N.P.I. ed il Comune di Barberino di Mugello organizzano una mostra sui fratelli Rosselli per ricordare, nell’ 80° anniversario, il loro barbaro assassinio da parte dei fascisti. Questa iniziativa vuole ricordare ed attualizzare il grande contributo dato alla lotta contro la dittatura dato dai fratelli Rosselli.

La mostra sarà esposta fino al 2 dicembre nel Palazzo Pretorio di Barberino in Piazza Cavour e sarà inaugurata giovedì 16 novembre alle ore 21 con la presenza dell’ On. Valdo Spini presidente della “Fondazione Fratelli Rosselli”.