Una prima edizione di Flood oltre le aspettative

Un’alluvione di visitatori oltre che di musica, arte ed emozioni. Bilancio più che positivo per la prima edizione di Flood – Bilancino Festival che nel week end appena trascorso ha animato l’area dell’Andolaccio sul lago di Bilancino a Barberino di Mugello. Un’area che ha mostrato tutte quante le proprie potenzialità e che con questa manifestazione ha sancito di fatto l’obiettivo di Amministrazione Comunale e Proloco per Barberino di rendere maggiormente fruibile ed appetibile un patrimonio naturale come quello del lago.

Tanti davvero i punti positivi: oltre la buona affluenza nei tre giorni, da segnalare l’ottimo livello degli spettacoli offerti, con scalette tematiche per ogni giornata che sono riuscite a coinvolgere un pubblico estremamente variegato che è andato modificandosi con il passare delle ore e delle proposte. La giornata che ha festeggiato i dieci anni dello spritz, quella dedicata alla musica elettronica e quella di musica dal vivo si sono calate in maniera perfetta nel contesto dell’Andolaccio, divenuto meta di mugellani ma non solo. E poi la grande armonia nell’organizzazione anche tra associazioni diverse, per altro tutte “anagraficamente giovani” che fianco a fianco hanno lavorato per far si che tutto andasse nella maniera più corretta.

Grande attenzione è stata data anche alla sicurezza, malgrado la gratuità dell’evento, che ha visto un clima sempre positivo percepito chiaramente dai visitatori. Particolare apprezzamento ha avuto l’attenzione ai più piccoli, con giochi, laboratori ed una specifica area aperta tre giorni, presa di assalto insieme ai prati ed alle sponde vicine.

Davvero in tanti hanno scelto di passare le serate dello scorso weekend godendosi un aperitivo o la cena al fresco del lago, ascoltando musica o sbirciando tra gli artisti all’opera in un’area appositamente dedicata.  Flood, Bilancino Festival ha dunque concretizzato l’idea della Pro Loco per Barberino, supportata dal Comune di Barberino di Mugello, con la volontà di creare connessioni tra varie espressioni artistiche, dalla musica alla graphic art passando per la giocoleria e l’arte di strada.

Al termine di una prima edizione si devono ascoltare i commenti e i suggerimenti; si fa il punto per migliorare ulteriormente, si ricalibra il tutto in base all’esperienza appena vissuta. Ma in questo, è proprio il grande entusiasmo, visibilmente percepibile anche a distanza di qualche giorno tra le varie componenti, la migliore eredità che il Flood Festival si porterà nel 2019!

 “Flood è stata la dimostrazione delle potenzialità del lago di Bilancino, commenta il Vicesindaco del Comune di barberino Sara Di Maio. Un luogo perfetto per manifestazioni di intrattenimento, un ritrovo per le persone, un palcoscenico per la musica e l’arte. Un evento pensato per tutti, adatto a tutte le fasce di età. Un grande ringraziamento a chi ha avuto la l’idea e la forza di volontà di organizzare questi 3 giorni. Le cose nuove spesso appaiono complesse, ma crederci può portare a risultati oltre le aspettative, come in questo caso. Complimenti, quindi, alla Proloco, a Periscopio, a Liberamente e a tutti coloro che hanno reso possibile ‘quest’alluvione’ sulle sponde di Bilancino!”

“FLOOD l’abbiamo fortemente voluto, pensato… e realizzato – commenta il Presidente della Proloco per Barberino Alice Vomero. Questo festival è stato un coinvolgimento di associazioni determinate e caparbie, per un unico obiettivo; è stata preoccupazione, ansia, impegno e sacrificio; ma vederlo realizzato è oggi un’immensa soddisfazione! La collaborazione con le diverse associazioni e realtà presenti sul territorio, oltre che al fondamentale supporto dell’Amministrazione Comunale e forze dell’ordine hanno fatto sì che la manifestazione ottenesse un grande successo. Un ringraziamento particolare a tutti i volontari della Pro Loco, sempre pronti ad impegnarsi in nuove esperienze e a tutte le persone che hanno creduto fin da subito a questo nuovo evento. Arrivederci al prossimo anno!”